Città In alto i calici, «PerBacco!»

Si apre oggi la quarta edizione della rinnovata festa della vendemmia nel centro storico Fino a domenica degustazioni, animazioni e il giubileo della Società mastri panettieri «Una manifestazione del territorio e non turistica». Lo spirito di «PerBacco!», la rinnovata festa della vendemmia di Bellinzona giunta alla quarta edizione che si apre oggi (giovedì 31 agosto), è racchiuso nella frase iniziale del presidente dell’omonima associazione organizzatrice Felice Zanetti. Fino a domenica i castelli passeranno in secondo piano per lasciare spazio al nettare degli dei, vero protagonista della manifestazione assieme al pane, in occasione dei festeggiamenti per il secolo di vita della Società mastri panettieri pasticcieri confettieri (SMPPC). Il record di produttori ed etichette presenti (rispettivamente 31 e 113) testimoniano quanto l’evento – messo in piedi in poco tempo dopo la rinuncia della «Bacchica» per questioni legate agli orari e che può contare su un centinaio di collaboratori – sia ormai viepiù apprezzato nella regione e non solo. La Città in questi giorni si sta preparando all’appuntamento. Nelle piazze sono in allestimento i palchi e le mescite. Tutti, però, hanno costantemente il naso all’insù, sperando nella clemenza di Giove pluvio: le condizioni meteo purtroppo non promettono nulla di buono. Da oggi alle 17.30 in Collegiata, in ogni modo, s’inizierà a stappare le 7.000 bottiglie pronte all’uso e ad alzare i calici per i primi beneauguranti brindisi. La vera inaugurazione popolare è però in programma domani (venerdì 1. settembre) alle 18.30 nella corte del Municipio, anticipata dal mercato nel centro storico dalle 16. La serata proseguirà con l’apertura dei tre wine bar (nelle piazze Collegiata, Nosetto e Teatro/Governo) e degli altrettanti punti di ristoro gestiti dalle società bellinzonesi nonché con intrattenimenti di ogni genere musicale. L’arrivederci al giorno seguente verrà dato alla mezzanotte in punto. Sabato 2 settembre si comincerà come da consuetudine con il conosciutissimo mercato. Dalle 10 si rientrerà in clima «perbacchese» con il via alle animazioni e con l’aperitivo. Inizieranno altresì alcuni eventi collaterali come la pigiatura dell’uva in piazza Buffi e i bottai al lavoro accanto al teatro Sociale. Nel pomeriggio ve ne saranno altre. Segnaliamo la distillazione, i suonatori di campanacci Trichlergruppe e il gruppo Nüm dal corno. Per chi volesse degustare tutti i vini l’ora da segnare in rosso sull’agenda è invece quella delle 17.30, nella parte bassa di viale Stazione. Occorrerà semplicemente acquistare il bicchiere in vendita a 10 franchi. Dopodiché di nuovo festa e balli. La manifestazione cittadina andrà agli archivi domenica 3 settembre. Il programma ricalca quello del giorno precedente con in particolare la sfilata dei trattori d’epoca (alle 11 nel centro storico) e l’esposizione dei mezzi d’antan dei pompieri in piazza Governo. Tutte le altre info le trovate sul sito www.perbaccobellinzona.ch. ADD Onorata di essere presente è anche la Società mastri panettieri pasticcieri confettieri, che per dirla con le parole del suo presidente Massimo Turuani ha voluto fare un dono alla Città. Nell’ambito dell’evento previsto sabato 2 settembre dalle 15.30 al Sociale andrà in scena un concerto imperdibile. L’Orchestra filarmonica Arturo Toscanini di Parma proporrà le Quattro Stagioni di Vivaldi. La SMPPC mette a disposizione del pubblico, gratuitamente, 70 biglietti: bisogna però partecipare all’intero pomeriggio di festa per il centenario. I ticket vanno richiesti allo sportello dell’Organizzazione turistica regionale a Palazzo civico.

Attachments:
Download this file (cdt31082017.jpg)cdt31082017.jpg[ ]463 kB

Sponsor Principali:

 

 

 

 

 

 

 

Sponsor Tecnici:

 

 

 

 

Sponsor Istituzionali:

 

Go to top